Per nuovi articoli e conoscenza sull'ipnosi il nostro nuovo sito

http://www.ipnosicostruttivista.it  

IPNOSI COSTRUTTIVISTA

 

L'unica cosa data è il modo di prendere

(Roland Barthes)

 

L'oggettività è l'illusione che le osservazioni possano essere fatte senza l'osservatore

 

(Heinz von Foerster)

 E' apparentemente difficile definire l'Ipnosi ma in realtà non si tratta che di un terzo stato di coscienza, al pari del sonno e della veglia, caratteristico dell'uomo come degli animali.

Da tempo immemorabile gli uomini utilizzano la lampara per rendere catalettici i pesci e poterli catturare facilmente, i serpenti affascinano le loro prede fissando su di esse lo sguardo ed alcuni rapaci notturni affascinano gli uccelli a becco tenero per poterli catturare.

Riti magici, suoni ritmati, danze propiziatrici inducono dall'alba dell'umanità gli uomini in stato di trance ipnotica per il raggiungimento dei loro obiettivi ed il potenziamento delle loro risorse.

La pubblicità moderna sfrutta ampiamente meccanismi ipnotici e di ancoraggio nell'intento di creare mono-idee condizionanti nel consumatore.

Conoscere e sperimentare la trance è un'esperienza fondamentale per difendersi dai persuasori occulti e poter utilizzare al meglio le proprie risorse mentali.

 

Durante la percezione il fenomeno di trance ipnotica guida la ricerca e la consapevolezza a trasformare attivamente l'esperienza in cui ci si trova immersi in elementi voluti e sentiti come fossero propri, ciò è reso possibile dalla fantastica struttura cosciente del nostro cervello in grado di emulare per noi realtà diverse, sogni, fantasie, invenzioni, tutte perfettamente credibili e copatibili.

La trance ipnotica non viene ricevuta passivamente né attraverso i sensi né grazie alla comunicazione; viene attivamente costruita dal soggetto "cosciente".

 

La funzione dell'ipnosi è molteplice, favorendo la suggestione aumenta l'empatia, permette una percezione selettiva, favorisce l'esperienza limitandone il criticismo, consapevolizza l'aspetto costruttivo del lavoro cerebrale.

 

L'ipnosi permette l'organizzazione del mondo esperienziale del soggetto attraverso il linguaggio verbale, attraverso la voce, con la comunicazione corporea, non serve a "scoprire" una realtà oggettiva, bensì permette la costruzione di una realtà ontologicamente stabile, come spazio di comune unità (comunità).

 

Cos'è dunque l'Ipnosi Costruttivista?

E' un approccio non convenzionale al problema della trance e dell'ipnosi. Parte dall'assunto che la trance, non importa come sia definibile, è nella testa della gente, e che il soggetto pensante non ha alternative diverse dal costruire quello che lei o lui vivono sulla base delle rispettive esperienze. Ciò che facciamo durante la trance costituisce l'unico mondo nel quale consciamente o inconsciamente viviamo la fenomenologia ipnotica. Tutti i tipi di esperienza della trance sono essenzialmente soggettivi, e sebbene io possa trovare ragione di credere che la mia esperienza di trance possa non essere diversa dalla vostra, non ho alcuna maniera di sapere se sia la stessa. Meditazione ed ermeneutica non fanno eccezione.

Ciò che qualunque persona riflessiva categorizza come proprio ambiente e poi causalmente lo mette in relazione con il comportamento osservato, è sempre una parte del dominio di potenziali esperienze di colui che osserva (l'esprimersi del potenziale mentale rientra in tali esperienze). Non è mai un mondo esterno indipendente. La trance segue le stesse regole che stabiliscono, per ogni esperienza soggettiva, uno "stato di realtà".

Per l'individuo l'universo è reale, sia questo uno stato di realtà condiviso o frutto di un atto creativo del tutto personale, ma non è inesorabile a meno che non scelga di interpretarlo in quel modo. Ogni esperienza é naturalmente influenzabile da un proprio stato di trance, stato di coscienza alternativo alla realtà condivisa, quel margine di adattabilità che ci rende diversi sebbene uguali.

Quali sono i limiti della critica come limitante monoidea positivista?

Innanzi tutto non ci accorgiamo delle similitudini, degli isomorfismi, non cogliamo il parallelismo con la fantasia, la creatività del pensiero possibile, il fare come se fosse.

Utilizziamo solo i linguaggi del cervello sinistro, non ci spingiamo ad inventare, rimanendo nella scia del conformismo.

Non riusciamo ad avere sogni, e non riusciamo a formulare nuove proposte utilizzando il nostro potenziale mentale.

Cominciamo dunque a riflettere sulle analogie che ci sono sfuggite, a raccontare quello che le esperienze di trance ci regalano (non quello che già sappiamo che è oramai diventato sterile) dipingendo, raccontando, cantando, poetando se possibile. Per avere un esperienza alternativa alla vita conosciuta e permettere esperienze alternative ad altri, é fondamentale portare con se l'esperienza della trance.

 

Note autori citati.

Barthes, Roland saggista e semiologo francese (1915-1980). Esponente della critica strutturalistica, è tra i teorici del nouveau roman. Il grado zero della scrittura (1953), Sistema della moda (1967), L'impero dei segni (1970), La camera chiara (1980).

 

Heinz von Foerster epistemologo e cibernetico, (1911). Esponente del costruttivismo radicale è tra gli scienziati più impegnati sugli studi del come e del cosa l'uomo arriva a conoscere. Tra le sue opere l'unica tradotta in italiano: Sistemi che osservano (1987).

ARTICOLI E NOVITA'
PSICOLOGIA SPORT
PAGINA PRINCIPALE
IPNOSI COSTRUTTIVISTA
CORSI FORMAZIONE