Gustavo Rol era il pittore che dipingeva con soli colori.

Elenco opere presenti.

I suoi quadri sono un patrimonio dell'Umanità, ma siamo ancora lontani dall'esserne

consapevoli: egli utilizzò la pittura come linguaggio universale per diffondere il suo

testamento spirituale.

Mentre dipingeva, Rol correggeva e completava minuziosamente e continuamente le sue

forme e solo quando era completamente soddisfatto, allora si sedeva ed ammirava la sua

composizione, gioiendo come un bambino e rendendo partecipi di questa gioia i suoi

ospiti, agli occhi dei quali molto spesso il quadro era perfettamente uguale a prima.

Proprio come quando faceva i suoi famosi "esperimenti", Rol si trasformava dipingendo e

si compiaceva delle sue opere, e solo quando le viveva come davvero finite decideva a chi

destinarle.

I dipinti di Roi racchiudono le informazioni necessarie per comprendere in modo completo

e globale la realtà che ci circonda e reinterpretare la relazione tra gli esseri umani.

Rol era consapevole che gli uomini non erano ancora alla ricerca di ciò che lui aveva

trovato e decise saggiamente di vivere in profondo silenzio, di non voler convincere i critici

di una possibilità che pure era in loro stessi, di non lasciare scritti sebbene tutti glielo

chiedessero. Decise però di dipingere.

Ad una prima superficiale osservazione, appare chiaro che i suoi quadri sono dotati di uno

o più particolari punti attrattori, punti nei quali pare emergere una luce più vivida ed il

pensiero dell'osservatore si proietta alla ricerca di una interpretazione, di una forma o di un

movimento nascosto.

Ogni punto attrattore rappresenta una diversa modalità con cui entrare nel significato dei

quadro e realizzare una personale percezione immaginativa.

I suoi dipinti sono la via maestra per l'evoluzione di una nuova concezione dell'uomo e

imparare a ricevere il messaggio che contengono deve rappresentare una sfida ed uno

stimolo all'evoluzione della mente umana.

Essere puri di cuore, pazienti, curiosi e senza pregiudizi: queste sono le regole che

l'osservatore deve ricordare per avvicinarsi a Rol e solo così, lentamente ma

irreversibilmente, una nuova realtà verrà disvelata.

Roi era un precursore dei tempi e visse la realtà come indissolubilmente composta da

spirito e materia: nei suoi dipinti emergono nuovi dinamismi e si può intuire come solo la

concezione di una realtà soggettiva possa aprire all'uomo l'accesso a nuove ed

inaspettate risorse.

Per l'osservatore che non vuole condividere questa visione, suggeriamo di vivere questa

esperienza "come se" fosse così, cercare il proprio punto attrattore, lasciarsi trasportare

dai chiaroscuri confusi di alcune ricorrenti figure, scoprire il dettaglio minuziosamente

curato o vedere il quadro nella sua globalità, immaginare il destino dei suoi personaggi ed

il significato simbolico dei soggetto proposto, seguire i segni di pennello che paiono parole

di un linguaggio sconosciuto, memorizzare i colori e tornare successivamente ad

osservarli.

Curiose sono le opere di Gustavo Rol, il pittore che dipingeva con soli tre colori chissà

perché amava ricordarlo.

 

Elenco opere presenti:

 

Opera 1

Opera 2

Opera 3

Opera 4

Opera 5

Opera 6

Opera 7

Opera 8

 

ARTICOLI E NOVITA'
PSICOLOGIA SPORT
PAGINA PRINCIPALE
IPNOSI COSTRUTTIVISTA
CORSI FORMAZIONE